Prove di test di compatibilità elettromagnetica (EMC)

Tra le condizioni che le apparecchiature elettroniche devono soddisfare prima di essere immesse nel mercato con la certificazione CE c'è quella relativa alla compatibilità elettromagnetica (EMC, ElectroMagnetic Compatibility). Questo in tutti i settori, dal consumer a quello dell'automazione industriale, all'automotive, con normative che variano a seconda del campo di applicazione.

Vediamo di cosa si tratta.
In ogni apparecchiatura elettronica abbiamo la presenza di correnti elettriche. Queste correnti scorrono in conduttori (o anche in percorsi parassiti di tipo capacitivo) che possono essere sia all’interno dell’apparecchiatura stessa, sia all’esterno, in particolare nei fili di collegamento tra il dispositivo elettronico e altri sistemi o dispositivi periferici.

Prove di test di compatibilità elettromagnetica - EMC

Queste correnti generano un campo elettromagnetico che può essere misurato attraverso sistemi di misura calibrati utilizzanti antenne.
D’altra parte, gli stessi conduttori del sistema in esame agiscono come antenne rispetto alle onde elettromagnetiche presenti nello spazio in cui si trovano, generate, ad esempio, da altre apparecchiature elettriche, da trasmettitori radiofonici o telefoni cellulari.
La nostra apparecchiatura potrà quindi agire sia come generatore di disturbi elettromagnetici (aggressore) sia essere viceversa disturbata dai campi elettromagnetici presenti nella zona in cui opera (vittima). Nei casi più gravi, questi disturbi potranno causare malfunzionamenti del dispositivo "vittima".
Le misure di compatibilità elettromagnetica (EMC) sono volte a evidenziare il comportamento del dispositivo in esame sia in qualità di aggressore, tramite le misure di emissione elettromagnetica, che in qualità di vittima, tramite i test di suscettibilità o immunità elettromagnetica.
Esistono normative internazionali (FCC, IEC, CISPR eccetera) che definiscono il rispetto o meno di questi criteri, e quindi il superamento o meno della prova da parte dell’apparecchiatura in esame.
Una accurata progettazione elettronica di un sistema non può quindi prescindere da questo aspetto, per cui i componenti utilizzati, i circuiti, la struttura delle schede elettroniche e la filatura del sistema dovranno essere realizzate seguendo regole che permettono di minimizzare l’emissione e massimizzare l’insensibilità del sistema ai campi elettromagnetici, prerequisiti indispensabili per il superamento delle prove di compatibilità EMC.


Mect for You è 

  1. Idea del cliente
  2. Analisi di fattibilità e preventivo
  3. Progetto e sviluppo
  4. Ingegnerizzazione
  5. Prototipi
  6. Prove emc
  7. Produzione